Terapia del Tumore alla prostata: Xtandi

Enzalutamide nel tumore alla prostata resistente alla castrazione, non-metastatico

I risultati dello studio di fase 3 PROSPER hanno mostrato che Enzalutamide ( Xtandi ) aggiunto a terapia di deprivazione androgenica è in grado di ridurre in modo significativo il rischio di sviluppare metastasi o morte rispetto alla sola terapia di deprivazione androgenica nel carcinoma prostatico non-metastatico resistente alla castrazione ( CRPC ).
Il 23% dei pazienti nel braccio Enzalutamide e terapia di deprivazione androgenica ha presentato metastasi o è deceduto, contro il 49% nel braccio sola terapia di deprivazione androgenica. ( CONTINUA )

Precedente OncoEmatologia: Terapia CAR-T per linfoma diffuso a grandi cellule B e leucemia linfoblastica acuta Successivo Tumore cutaneo a cellule squamose: Cemiplimab