Oncologia Newsletter

ALERT Oncologia !
Top News / Carcinoma mammario avanzato

Palbociclib associato a Letrozolo nelle donne in postmenopausa con cancro alla mammella: i risultati finali confermano l’efficacia della combinazione

I risultati finali dello studio PALOMA-1 di fase II hanno confermato l’efficacia di Palbociclib più Letrozolo ( Femara ) nelle pazienti in postmenopausa con tumore alla mammella metastatico HER2-negat …
Tumore del polmone non-a-piccole cellule

Tumore polmonare non-a-piccole cellule ALK-positivo: Crizotinib migliora la sopravvivenza nella malattia progressiva

I pazienti con tumore polmonare non-a-piccole cellule ALK-positivo in forma avanzata, trattati con Crizotinib ( Xalkori ) anche durante malattia progressiva, hanno dimostrato una più lunga sopravviven …  

Erlotinib più Onartuzumab nel carcinoma del polmone non-a-piccole cellule in fase avanzata: interrotto prima del previsto lo studio METLung per mancanza di efficacia clinica

Roche ha comunicato che il Comitato indipendente di monitoraggio dei dati ha raccomandato che lo studio di fase III METLung fosse interrotto a causa di mancanza di efficacia clinicamente significativa … 

Efficacia della combinazione Docetaxel e Nintedanib come terapia di seconda linea nel tumore del polmone non-a-piccole cellule

Uno studio, randomizzato, multicentrico, in doppio cieco, di fase 3, ha mostrato che l’aggiunta di Nintedanib a Docetaxel ha prolungato la sopravvivenza libera da progressione tra i pazienti con carc …

Tumore alla prostata

Enzalutamide migliora l’esito nel carcinoma della prostata indipendentemente dall’età

Una analisi post-hoc dello studio di fase 3 AFFIRM, ha mostrato che Enzalutamide ( Xtandi ) prolunga in modo significativo la sopravvivenza generale, la sopravvivenza senza progressione radiografica …
Tumore del colon e del retto

Antitumorali: prima del trattamento con Erbitux è necessario dimostrare lo stato senza mutazioni di RAS ( esoni 2, 3 e 4 di KRAS e NRAS )

Merck Serono, in accordo con l’European Medicines Agency ( EMA ) e l’Agenzia Italiana del Farmaco ( AIFA ), ha informato gli operatori sanitari della seguente modifica apportata all’indicazione terape …
Glioma

Alti tassi di sopravvivenza a lungo termine per i gliomi di basso grado in età pediatrica

Gli adulti che sono sopravvissuti a glioma a basso grado in età pediatrica hanno dimostrato un’eccellente sopravvivenza malattia-specifica a lungo termine. I pazienti sottoposti a radioterapia hanno …

Cancro alla prostata: Zytiga associato a terapia di deprivazione androgenica come prima linea

Congresso ASCO – Tumore alla prostata metastatico ad alto rischio: Abiraterone associato a terapia di deprivazione androgenica come trattamento di prima linea

Nei pazienti con una forma aggressiva di tumore alla prostata, ovvero ad alto rischio metastatico già al momento della diagnosi, l’aggiunta di Abiraterone ( Zytiga ) al trattamento ormonale standard ha dimostrato di essere efficace nel mantenere stabile la malattia, e quindi allungare la sopravvivenza, con più del 50% dei pazienti ancora in vita a 41 mesi di follow up ( valore mediano ).
I dati dello studio di fase 3 LATITUDE, effettuato su 1.200 uomini, hanno mostrato che Abiraterone ha diminuito il rischio di morte del 36%.

Secondo Giuseppe Procopio, responsabile Oncologia medica genitourinaria della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, questi dati hanno delineato un cambio di paradigma nel trattamento di uno dei tumori alla prostata più aggressivi.
Il risultato terapeutico osservato nello studio LATITUDE, dato dall’uso precoce di Abiraterone, è comparabile a quello della chemioterapia. La differenza con la chemioterapia è che Abiraterone è un farmaco orale e ben tollerato, in grado di migliorare la qualità di vita.
Inoltre, i dati del lungo follow-up forniscono ulteriore evidenza alla possibilità di cronicizzare questa malattia neoplastica. ( CONTINUA )

Terapia del Tumore alla prostata: Xtandi

Enzalutamide nel tumore alla prostata resistente alla castrazione, non-metastatico

I risultati dello studio di fase 3 PROSPER hanno mostrato che Enzalutamide ( Xtandi ) aggiunto a terapia di deprivazione androgenica è in grado di ridurre in modo significativo il rischio di sviluppare metastasi o morte rispetto alla sola terapia di deprivazione androgenica nel carcinoma prostatico non-metastatico resistente alla castrazione ( CRPC ).
Il 23% dei pazienti nel braccio Enzalutamide e terapia di deprivazione androgenica ha presentato metastasi o è deceduto, contro il 49% nel braccio sola terapia di deprivazione androgenica. ( CONTINUA )